Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo

Percorso

Ricerca nel sito

SNM Mailing List

Iscriviti

L'iscrizione ad una delle Mailing List della San Mauro Nuoto consente di ricevere una mail ogni volta che viene pubblicato un articolo di bacheca

APNEA: secondo posto della San Mauro alla prima tappa del Giro d'Italia in Apnea 2016

GIA 2016xx
di Anna Cobau
Ottimo secondo posto per la squadra di apnea della San Mauro Nuoto alla prima tappa del Giro d’Italia in Apnea 2016!

Parte benissimo la squadra allenata da Enrico Lupo, con ottime prestazioni individuali ed un ritrovato spirito di squadra. Il distacco dai primi in classifica, la Friulana Subacquei, non è così grande come ci aspettavamo prima della gara. Nonostante le assenze nella San Mauro e quattro atleti in meno, i 200 punti di differenza equivalgono al punteggio medio di un solo atleta. Questo ottimo risultato ci fa ben sperare per il proseguo del Giro, che si prospetta molto combattuto.

Venendo ai risultati ottenuti in acqua, Gino Scafuto sale sul gradino più alto del podio della gara di apnea statica, pur uscendo lontano dal suo personale, 6’04’’ contro i sui abituali 7 minuti e qualcosa. Antonio Salierno arriva terzo con una bellissima statica di 5’44’’. Nella gara di dinamica, sempre Gino arriva secondo a rana, battuto lui questa volta di pochi punti da Fabio Straolzini, forse aiutato troppo da un giudice che non gli sanziona l’uscita poco pulita. Con la monopinna vince invece Roberto Leone, superando i 140 metri mentre Michele Atonna vince la prova di dinamica con le due pinne, chiudendo a 136 metri la sua prova. In campo femminile, arriva terza a rana Giulia Cangiano con 75 metri, mentre Anna Cobau, l’altra componente femminile della squadra, forse troppo presa dagli impegni come giudice, speaker e segretaria di AAC, rimane ben lontana dai sui tempi e distanze migliori. Stessa cosa per Enrico Lupo, che si butta in acqua per primo la domenica mattina, dopo aver finito una riunione del direttivo AAC alle 01:30 del mattino, e chiude con poco meno di 90 metri la sua prova di dinamica a rana, anche lui lontanissimo dal suo migliore. Ma per fortuna le non brillanti prestazioni di Anna, Enrico ed anche Roberto Capuozzo, decisamente non in giornata, cosa che nell’apnea capita, sono state controbilanciate dalle ottime prestazioni di tutti gli altri apneisti della San Mauro.

In statica Antonio Armini, Michele Atonna, Enrico Persico e Giuseppe Taddeo hanno superato i 4 minuti, mentre Stefano Ricciardi e Roberto Leone hanno superato i 5 minuti. In dinamica, il “muro” dei 100 è stato toccato e/o superato da parecchi, Antonio Catalano, Enrico Persico, Antonio Salierno, Stefano Ricciardi, Andrea Scala e Giuseppe Taddeo, dimostrando che i “duri” allenamenti danno i loro frutti. Per ultimo, per evidenziare la sua ottima prova, vogliamo elogiare il giovane apneista Gennaro Sgammato, che esce dopo 63 metri con le due pinne ed un bellissimo sorriso…e decide che “la muta fa figo”!

Prossima tappa del Giro, Vicenza il 17 Aprile

SebastianoBarbato Assicurazioni

Barbato 1

Promo Corsi

P1
P2
P3
P44