Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo

Percorso

Ricerca nel sito

Facebook SMN Center

SNM Mailing List

Iscriviti

L'iscrizione ad una delle Mailing List della San Mauro Nuoto consente di ricevere una mail ogni volta che viene pubblicato un articolo di bacheca

PALLANUOTO: VITTORIA DI CARATTERE PER LA SAN MAURO CONTRO UN OTTIMO CROTONE

SerieB 6xdi Salvatore Selcia
Sulla carta sembrava una partita senza storia, al Palacasoria gli ospiti della METAL CARPENTERIA RN CROTONE si sono presentati da secondi in classifica e con un ruolino di marcia di tutto rispetto. Hanno fatto il possibile per affrontare la gara nel migliore dei modi, ma i giovanissimi della SAN MAURO NUOTO non avevano alcuna intenzione di fare le comparse e lo hanno dimostrato in acqua.

I primi minuti dell’incontro mettono subito in evidenza le differenti caratteristiche delle due formazioni, alla prima azione i padroni di casa partono forte e conquistano subito un uomo in più che non realizzano, grazie alla parata di Conti, risulterà alla fine dell’incontro uno dei migliori dei suoi, sulla conclusione ravvicinata da palo cinque. Azione sul lato opposto e anche gli ospiti spingono forte e conquistano un uomo in più, che però realizzano con Morrone, la differenza di esperienza a favore degli ospiti sembra essere determinante.

I padroni di casa accusano il colpo, nell’azione successiva forzano eccessivamente mettendo palla fuori con ancora tempo a disposizione, ma ecco che la partita cambia faccia, sale in cattedra il giovane portiere della San Mauro, Principe, che neutralizza un tiro scagliato dai cinque metri in posizione centrale e fa subito ripartire i suoi, un ottimo Andrè riceve palla da Falcone sui cinque metri in posizione centrale, sembra quasi la fotocopia dell’azione precedente sviluppata dagli avversari, ma Andrè non sbaglia e realizza la rete del pari con un tiro sull’acqua alla destra del portiere non lasciandogli scampo.

I ragazzi di coach Di Pasqua si scrollano di dosso i timori reverenziali e iniziano a giocare con la loro solita verve, Selcia recupera palla in difesa, Principe lancia subito Bernaudo che a sua volta serve l’onnipresente Falcone in prima linea a tu per tu con il portiere Conti e senza esitazione realizza la rete del sorpasso con una bellissima palomba.

La partita continua su ritmi sostenuti, con veloci capovolgimenti di fronte, Principe continua il suo show personale contro i tiri degli avversari, ma a 15 secondi dal termine del parziale, Iaccarino, in un quattro contro quattro, realizza da circa sette metri con un tiro a schizzo alla destra del portiere. Il primo parziale si chiude sul 3-1 per i padroni di casa.

Il secondo parziale è ad appannaggio degli ospiti che reagiscono e siglano prima una rete su tiro da rigore realizzato da Spadafora e a pochi secondi dal termine del parziale la rete del 3-3 con Amatruda, che sarà la seconda ed ultima rete su azione presa da Principe, il migliore in acqua in quest’incontro.

Il terzo parziale risulterà essere quello della svolta, dopo la prima conclusione degli ospiti neutralizzata da Principe, sulla ripartenza è D’Avino, in versione assist man in questa partita, che porta palla fino ai cinque metri e serve un ritrovato Iaccarino, tra i migliori in acqua, sulla linea dei due metri che, a tu per tu con il portiere, realizza la rete del nuovo sorpasso.

La partita continua a viaggiare su ritmi altissimi, le opportunità fioccano come la neve caduta in settimana, ma non vengono concretizzate da entrambe le parti, a 3:56 arriva il momento della svolta con il sigillo finale sul match, lo mette Selcia con una rete da cineteca. Mentre l’azione si sviluppa su lato cattivo, Selcia si libera del suo marcatore diretto, portandosi avanti a lui sulla linea dei due metri guadagnando circa un metro di vantaggio, a quel punto l’assist man di giornata, D’Avino, realizza a sua volta un millimetrico passaggio d’alta scuola da circa otto metri e Selcia con un tiro rapidissimo, realizza il 5-3 finale senza che il portiere abbia la possibilità di abbozzare il minimo intervento.

Da questo momento in poi la partita inizia a diventare spigolosa, i crotonesi si rendono conto che i padroni di casa vanno ancora a mille e le energie iniziano a scarseggiare, ma è proprio in questo momento che inizia il capolavoro tattico del tecnico di casa Oreste Di Pasqua che riesce con i suoi ragazzi e un Principe sugli scudi, a proporre una fase difensiva di tutto rilievo, non permettendo più agli ospiti di realizzare fino al termine dell’incontro.

Nel quarto parziale si è giocato poco, sebbene ci siano state maggiori opportunità non concretizzate dai padroni di casa, ma la loro fase difensiva è stata eccezionale, lasciando agli ospiti poche opportunità per il tiro.

Complimenti al Crotone che, sebbene sia uscito sconfitto, ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per puntare al salto di categoria. Per la San Mauro si sono visti dei grandi progressi sia come squadra che individuali, con il ritorno alla forma di alcuni elementi. Buona la prestazione di tutti i marcatori con in testa Iaccarino autore di una doppietta e l’insuperabile Principe, prezioso il lavoro di capitan Natangelo, Bernaudo e De Francesco.

Adesso testa al prossimo incontro e appuntamento alla prossima settimana con una delle trasferte più lontane in quel di Siracusa, dove i ragazzi affronteranno il fanalino di coda CC7 SCOGLI alla ricerca disperata di punti salvezza.

Come sempre, condizioni meteo permettendo, vi proporremo la diretta video streaming dell’incontro sulla nostra pagina Facebook SAN MAURO CENTER NUOTO & FITNESS.


SAN MAURO NUOTO – COSENZA NUOTO 5-3

San Mauro Nuoto: Principe, De Francesco, Esposito, Tancovi, Selcia 1, Andrè 1, Iaccarino 2, D’Avino, Vaccaro, Natangelo, Falcone 1, Nappo, Bernaudo; All. Di Pasqua O.

RN Crotone: Conti, Namar, Amatruda 1, Arcuri V., Chiodo, Ciligot, Cavallaro, Morrone 1, Spadafora 1, Lucanto, Manna, Latanza, Palermo; All. Arcuri F.

Arbitro: Scillato D.

Note: parziali 3-1, 0-2, 2-0, 0-0;
Superiorità numeriche: San Mauro N. 0/5; Cosenza N. 1/5; tiro di rigore realizzato da Spadafora (RN Crotone) a 4:16 del secondo parziale; espulsione a 1:54 del quarto parziale per EDCS 21.13 a carico di Andreè G., Vaccaro e D’Avino (San Mauro N.)

SebastianoBarbato Assicurazioni

Barbato 1

Promo Corsi

P1
P2
P3
P44